Archive for the ‘Studenti per le Libertà – Scuola’ Category

Bertoldi (PdL): “Una nuova ‘Forza Nazionale’ del centro-destra è l’unica soluzione.”

1 giugno 2011

Sono profondamente convinto che indipendentemente dalla decisione che verrà presa dal partito in queste ore per tamponare la situazione interna, ci sia la concreta necessità di creare una nuova forza politica nazionale, legata al territorio e comprensiva delle sue peculiarità, che riporti ordine e metta al primo posto gli interessi dei cittadini da perseguire attraverso i valori e gli ideali originari del Popolo della Libertà; tutto questo vedendo coinvolte selettivamente soltanto quelle persone che realmente credono nel progetto e che hanno dimostrato nel PdL e in passato di non tenere soltanto a un tornaconto personale. Sostengo fortemente l’iniziativa dell’On. Biancofiore che in queste ore sta riscuotendo enormi successi in termini di adesioni di personalità politiche, e di popolarità in tutta Italia, Forza Nazionale. Mi auguro di cuore anche il Presidente Berlusconi vedrà in questa direzione e in questo progetto il futuro credibile e lungimirante di un centro-destra Liberal-conservatore e capace di essere casa dei moderati e forza di Governo.

 

Alessandro Bertoldi         

Presidente nazionale

Studenti per le Libertà

Scuola (PdL)

Coordinatore provinciale

Giovane Italia – Giovani PdL

Alto Adige / Suedtirol

Annunci

Bertoldi (PdL), Cittadella di Laives: “La politica al servizio degli interessi economici di pochi, noi giovani, solo schifati!”

15 aprile 2011

 Sulla questione Cittadella e annessi progetti, dopo l’approvazione del documento politico da parte del Consiglio comunale di Laives interviene anche il Coordinatore provinciale dei Giovani PdL – Giovane Italia e Presidente nazionale di Studenti per le Libertà (PdL), residente a Pineta di Laives, Alessandro Bertoldi “E’ del tutto incomprensibile come un qualsiasi Consigliere comunale di Laives dotato di un minimo di buonsenso abbia potuto nella giornata di mercoledì votare a favore di un progetto privo di garanzie economiche, strutturali e di qualsiasi tipo. Il Comune di Laives, è stato ancora una volta teatrino del gioco sporco di questa Giunta che ha fatto di tutto per guadagnare quel voto necessario per ottenere la maggioranza. Il risultato è comunque scadente e molto probabilmente il progetto sarà zoppo ancor prima di partire, visto che ad almeno la metà dei cittadini di Laives l’idea in questi termini non piace.” Bertoldi conclude “Infine tengo a precisare e a sottolineare come i giovani in tutto questo processo siano stati solo l’alibi e lo strumento utile a giustificare quella che è invece la reale macchina di speculazione economica che si sta muovendo a vantaggio di pochi. Noi abbiamo gran poco da guadagnare da una cosa di questo tipo, siamo semplicemente schifati.

 La Segreteria. 

VEDI ANCHE http://laivespdl.wordpress.com/

SCUOLA (ANSA): BERTOLDI NUOVO RESPONSABILE nazionale STUDENTI PER LE LIBERTA’

13 marzo 2011

A.CESARO, DA TEMPO ATTENTI A BISOGNI STUDENTI DELLE SUPERIORI (ANSA) – NAPOLI, 7 MAR – ‘Studenti per le Liberta’ gia’ da diverso tempo e’ attenta ai bisogni degli studenti delle scuole superiori ed ora con la nomina del nuovo responsabile nazionale vogliamo concretizzare sempre piu’ il crescente interesse dei giovani a partecipare in un vero movimento studentesco di centro destra’. Lo ha detto il presidente di ‘Studenti per le Liberta”, movimento universitario dei giovani del Pdl, in una nota diffusa alla stampa nella quale aggiunge: ‘Guidare questi ragazzi sara’ Alessandro Bertoldi, un ragazzo intelligente e capace che sapra’ gestire al meglio questo gruppo di migliaia di studenti da tutt’italia che con fervore attendeva studenti per le liberta’ nelle scuole superiori’. (ANSA).

 COM-XPI 07-MAR-11 19:35 NNNN

Bertoldi, AS verso SpL: “Assurdità togliere 1 ora di storia al Liceo Classico. Ci opponiamo, se necessario informeremo il Mini!”

30 dicembre 2010

Le manifestazioni dei mesi scorsi contro la Riforma nazionale sostenute soltanto da una parte minoritaria di studenti e docenti, oggi in Alto Adige, risultano sempre più assurde e ridicole, finalmente emerge la vera natura politica di quei gruppi politicizzati di studenti e docenti che spinti dai sindacati protestarono allora. Sono difatti oggi i docenti del Liceo Classico italiano G. Carducci di Bolzano a chiedere che anche in Alto Adige per quanto riguarda i quadri orari venga applicata la Riforma Gelmini nella sua versione originaria e che quindi com’è giusto che sia in un Liceo Classico gli studenti possano seguire 3 ore di storia a settimana e non 2 come stabilito dalla Riforma provinciale Tomamsini.

Un’assurdità, Tommasini avrebbe voluto che studenti che scelgono la maturità classica per seguire quelle che si considerano le materie d’indirizzo, quindi storia, latino e italiano rinuncino a 1 ora di storia non si sa bene per quale motivazione di “studio”.

 Noi ci opponiamo e se fosse necessario informeremo il Ministero dell’Istruzione!

 Alessandro Bertoldi

  Presidente provinciale

Alternativa Studentesca

 verso

Studenti per le Libertà – Scuola