CUBA: BERTOLDI (PDL), CORDOGLIO PER PAYA’, SILENZIO GOVERNO PESSIMO SEGNALE

(AGENPARL) – Roma, 24 lug – “Anzitutto come ormai, purtroppo, sono abituato a fare esprimo i miei più fraterni sentimenti di cordoglio per l’ennesimo assassino di un dissidente politico cubano, un vero eroe delle Libertà civili e politiche, Oswaldo Payà.  Esprimo inoltre la mia vicinanza fraterna alla figlia e ai suoi concittadini che tanto hanno creduto e sperato nelle sue brillanti battaglie, ai veri Cubani la mia vicinanza ideale. Probabilmente in pochi specialmente dall’Europa hanno valutato che sarebbe forse stata questa l’occasione per lanciare un segnale chiaro e concreto contro il Regime di L’Avana, sempre più occultista e oppressivo, comunque più o meno tutti hanno risposto all’accaduto con forza. Il Governo spagnolo e quello Statunitense sono stati tra i più duri, sono intervenuti con severità e rammarico l’uno attraverso il Ministro degli Esteri e l’altro addirittura con una nota della Casa Bianca. Tutti o quasi sono pur sempre intervenuti, tranne l’Italia, basti pensare che il Palazzo Chigi non solo non ha emesso note in materia, ma nemmeno il Ministro deputato, Giulio Terzi, giustamented impegnato ad occuparsi della questione siriana, ha trovato il tempo per lasciare una dichiarazione di circostanza. Trovo il Governo italiano debba delle spiegazioni a tutta Europa sulla politica che adotta, o che non adotta, nei confronti e nei rapporti con Cuba. Saranno necessarie prese di posizioni e spiegazioni su questioni come l’epidemia di colera, la visita segreta di Castro in Italia e la morte del Premio Sakharov per la libertà di pensiero Payà, il segnale che stiamo dando all’Occidente intero é estremamente negativo”. Lo dichiara Alessandro Bertoldi, Dirigente onorario di Cuba Indipendente y Democratica e Presidente nazionale studenti PdL-VIS.

Annunci

2 Risposte to “CUBA: BERTOLDI (PDL), CORDOGLIO PER PAYA’, SILENZIO GOVERNO PESSIMO SEGNALE”

  1. mirco Says:

    Buongiorno,
    auspico che per correttezza politica e giornalistica lei pubblichi anche le dichiarazioni dei due accompagnatori europei di Paya.Essi confessano pubblicamente che si è trattato di un incidente e non di un omicidio.Oltretutto il suo “omologo” svedese ha pure confessato di aver introdotto in maniera illecita fondi illegali.
    Per renderle più facile il compito le suggerisco il collegamente dell’articolo dell’Asca:
    http://www.asca.it/news-Cuba__due_europei_testimoniano__morte_dissidente_Paya_accidentale-1182678-BRK.html
    Distinti saluti.

  2. berto94 Says:

    Volentieri, quando entrambi gli amici e colleghi saranno rientrati in Europa e potranno esprimersi in piena Libertà senza che vi siano dubbi alcuni sulla corrispondenza tra informazioni, dichiarazioni, verità e loro pensiero le darò ragione. Fino a quel momento continuerò a sostenere questa tesi. In ogni caso qui lei trova le mie dichiarazioni politiche, le mie convinzioni personali, le mie valutazioni e le mie idee che spesso sono rappresentative dei gruppi di cui faccio parte e che guido, NON è un blog dedicato all’informazione politica, ma a ciò che penso, faccio e dico io. Saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: