Archive for maggio 2012

Pol – Vaticano, Bertoldi (Vis-Pdl): Solidarietà a Sua Santità, giovani dalla sua parte

29 maggio 2012
Roma– 29 mag (Prima Pagina News) – “In questi giorni é certamente in corso un attacco esterno rivolto alla Chiesa cattolica, ma che probabilmente proviene proprio dal suo interno e chissà per quale motivo é dettato da qualche astio sicuramente legato anche ad equilibri di potere, poiché quest’ultima é anche una potenza politica oltre che spirituale e l’uomo é presente per forza di cose, con i suoi difetti e con gli errori che questi comportano anche nella Chiesa”. Lo dice Alessandro Bertoldi Presidente nazionale Studenti PdL – VIS. “Questa situazione ha come ovvia conseguenza l’indebolimento della sua credibilità istituzionale, sociale e religiosa agli occhi del mondo, ma ciò che conta é che noi fedeli non ci lasceremo trascinare dalla tendenza a generalizzare ed a delegittimare Santa romana Chiesa, specialmente noi giovani e studenti che ci richiamiamo alla cultura liberal-conservatrice e che ci identifichiamo anche nei valori cristiani di quest’ultima. Se resteremo uniti attorno a quei valori e alla figura del Papa ogni attacco sarà vano e superfluo. Infine ci tengo ad esprimere a Sua Santità Benedetto XVI, alle Autorità religiose e politiche della Curia romana e dello Stato di Città del Vaticano i miei più vivi sentimenti di solidarietà nella fede, con l’augurio alla Commissione cardinalizia apposita di individuare al più presto tutti i responsabili di tali gravi fughe di notizie così che i malfattori vengano consegnati alla giustizia. Tali considerazioni e sentimenti sono genuinamente condivisi da tutti gli studenti italiani rappresentati da VIS studentesca.
…ANCHE SU AGENPARL.IT !

PALERMO: BERTOLDI (VIS-PDL), L’ELEZIONE DI ORLANDO OFFENDE LA MEMORIA DI FALCONE

28 maggio 2012

Giovanni Falcone

(AGENPARL) – Roma, 28 mag – “Leoluca Orlando, oggi sindaco di Palermo, fu tra quei “corvi” inizialmente amici di Giovanni Falcone che poi lo tradirono ed iniziarono ad attaccarlo vilmente tentando di infangare e delegittimare la sua azione giudiziaria. L’attuale sindaco fece pubblicamente allusioni gravissime nei confronti di Falcone e del suo pool presentando poi al CSM addirittura un formale esposto causante l’apertura di un procedimento che ovviamente verificò la totale infondatezza delle accuse rivolte all’eroe nazionale. Oggi quest’uomo, che oltretutto celebrò il matrimonio tra Falcone e Morvillo, é nuovamente sindaco di Palermo eletto con il 72% dei voti dei suoi concittadini. Siamo certi che qualcuno a Palermo possa essere eletto con un così alto gradimento senza che anche la mafia ed i loro affiliati lo votino? Siamo convinti che quel genere di persone non lo abbiano votato, o che magari lo abbiano votato proprio perché apprezzarono l’attacco giustizialista e becero che Orlando fece in quel contesto al giudice siciliano? Oppure che addirittura questa rielezione non sia un ringraziamento? Questi interrogativi non sono allusivi e intendo lasciarli in sospeso dedicandoli ai palermitani, poiché probabilmente mai nessuno di noi troverà una risposta esaustiva. In ogni caso Palermo meritava di meglio e quest’elezione offende la memoria di Giovanni Falcone, indipendentemente dal criterio di elezione”.

Così in una nota di Alessandro Bertoldi Presidente, nazionale Voce dell’Italia VIS studentesca, Studenti Pdl.

ANCHE SU INFORMAZIONE.IT e SU PRIMAPAGINANEWS.IT 

… clicca sui nomi/link per leggere!

Biancofiore-PDL-presidenzialismo: Chiamata a raccolta per “ripartiamo da Berlusconi”

27 maggio 2012

L’iniziativa “Ripartiamo da zero”, utile per contenuti, non può non accompagnarsi  alla grande chiamata a raccolta che sorgerà spontaneamente nelle prossime settimane per dire all’Italia: “Ripartiamo da Berlusconi”. La proposta sul presidenzialismo, unica proposta in grado di svecchiare e dare un futuro all’Italia, é emblema di un berlusconismo mai tramontato; sinonimo di popolarismo, che é maggioranza nel Paese. In queste ore forzisti della prima ora e non – da me ed altri sollecitati, militanti, semplici elettori che si sono sentiti scippati del voto espresso nel 2008, si stanno dando appuntamento in rete e per le vie convenzionali per dire forte e chiaro, da Bolzano a Lampedusa, “Ripartiamo da Berlusconi”, il cui consenso e’ ancora forte nel Paese; e lo dimostreremo. Sono già centinaia le adesioni da consiglieri, eletti vari e semplici cittadini. Il rammarico di Berlusconi, per come lo conosciamo, é quello di non essere riuscito a cambiare l’Italia a causa di un assetto istituzionale che non permette di decidere. Bene chiederemo ai cittadini in centinaia di piazze se vogliono decidere come con i referendum, se sono d’accordo con il presidenzialismo cioè se si vogliono eleggere il loro Presidente della Repubblica non delegando la scelta ai partiti che siedono in Parlamento. Chiederemo di aiutarci a stanare con centinaia di firme ed emblemi, i responsabili della partitocrazia militante, che non vogliono cambiare nulla. La stagione del ’94 nacque dalla presa di distanze dal palazzo, dall’imborghesimento della politica che attanaglia anche l’attualità, dall’abiura della partitocrazia, dalla volontà di affidarsi ad un leader con capacita’ strategica e col sogno di cambiare l’Italia. Noi ripartiamo da lì, con Berlusconi, qualunque ruolo il popolo gli vorrà ancora riconoscere. Perché il suo sogno, il nostro sogno, é ancora intatto.
Michaela Biancofiore
Coordinatrice regionale PdL Alto Adige
Deputata PdL

RIFORME: BERTOLDI (VIS-PDL), OTTIME PROPOSTE INNOVATIVE MA SU PARTITO RAMMARICO

25 maggio 2012

 (AGENPARL) – Roma, 25 mag – “Ho seguito con molta attenzione le novità e le proposte annunciate nelle ultime ore dal Presidente Silvio Berlusconi e dal Segretario politico del partito Angelino Alfano e devo quindi assieme ai ragazzi di VIS studentesca ritenermi più che soddisfatto e complimentarmi per quanto concerne tutte le proposte di riforma. Particolarmente felice per quel che riguarda la proposta innovativa dell’elezione diretta del Presidente della Repubblica preceduta da primarie, un passaggio che migliorerebbe soltanto la nostra democrazia in un’ottica autenticamente liberal-conservativa guardando ad una sana democrazia diretta. Ugualmente per quanto riguarda tutte le altre proposte, sono più che contento e certo che verranno portate avanti con tenacia e conseguiranno successo come nel caso della compensazione crediti debiti tra Stato e imprese adottata in questi giorni dal Governo e partita proprio dal Segretario del Pdl, Alfano. Non posso però rinunciare a dire la mia per quanto riguarda il partito, in questo caso nessuna innovazione e nessun radicale cambiamento come invece speravamo in molti. Federazione per l’Italia potrebbe essere una bella idea, ma solo se cambiasse anche il partito e non solo in termini d’immagine, ma sopratutto in contenuti e volti nuovi, questo é necessario per il bene dell’Italia”.

Lo afferma in una nota Alessandro Bertoldi, Presidente nazionale Studenti Pdl-VIS.

22 maggio 2012

PDL: BERTOLDI, DOPO QUESTA SCONFITTA SI SCHIACCI TASTO RESET E SI RIFONDI

22 maggio 2012

Scritto da com/adm

(AGENPARL) – Roma, 22 mag – La sconfitta ufficiale e definitiva del Popolo della Libertà deve portare ad un periodo di riflessione interna in senso profondo e serio, il nostro elettorato ai recenti ballottaggi é stato costretto ad astenersi oppure a optare per l’antipolitica, non essendoci una valida alternativa di centro-destra nel Paese. Una situazione sgradevole per l’elettorato quanto frustrante per tutti coloro che si sono impegnati con passione e dedizione in questa campagna elettorale. Come detto ieri dall’amica On. Biancofiore, é il momento che il partito venga rifondato dalla testa ai piedi e io aggiungo che dev’essere una rifondazione vera e non un’operazione d’immagine, si deve trattare di un nuovo partito concretamente popolare e liberal conservatore che immetta volti e teste nuove sul panorama politico generale. Novità che come ci auguriamo accadrà in settimana può passare solo dal Presidente Berlusconi e dal segretario Alfano.

Ballottaggi, Biancofiore (Pdl): Necessaria totale rifondazione partito

21 maggio 2012

Roma, 21 MAG (il Velino/AGV) – “Al Pdl, al centro destra, non basta cambiare nome ma e’ necessaria una totale rifondazione nel piu’ profondo spirito berlusconiano e percio’ ri-vincente. Recuperare la logica rivoluzionaria del ’94, seguire il comune senso di giustizia dei cittadini, aprire le porte a gente nuova e non chiudersi in oligarchie, recuperare il consenso come base del diritto ad assurgere a dirigenti, il merito e la voglia di cambiamento della politica stantia e’ quello che serve al nuovo Pdl che verra’”. Lo dichiara la deputata e corrdinatrice Alto-Adige del Pdl, MicaelaBiancofiore. “E infine – prosegue – recuperare i voti persi in liste civiche e in motivato disinnamoramento . E c’e’ una sola persona che puo’ riaggregare ed essere credibile per gli elettori del centro destra innanzi ad un Paese che si sgretola e si chiama ancora Silvio Berlusconi. Lui e Alfano – prosegue – prendano il coraggio a due mani ,azzerino cio’ che non funziona e imprimano il loro segno indelebile al nuovo centro destra federato con tutte le forze che non vorranno lasciare l’Italia nelle mani di una sinistra disastrata ma che si vede gia’ forza di governo”. – http://www.ilvelino.it – (com/baz) 211724 MAG 12 NNNN