Archive for febbraio 2012

Bertoldi (VIS): “Profumo come Gelmini, ma non contestato. Bene operato e putare su tecnici profes. No IMU scuole.”

29 febbraio 2012

Nei giorni scorsi il Ministro dell’Istruzione ha ribadito che é necessario oliare la Riforma Gelmini prodotta dal Governo di Silvio Berlusconi, in quanto valida ed utile al sistema d’Istruzione italiano, la cosa ci fa enormemente piacere e anche noi sosteniamo la sua stessa tesi. Nonostante ciò trovo assurdo che nessuno la contesti considerato che la Riforma in questione fu a suo tempo contestatissima dalle sinistre studentesche, sindacali e parlamentari. Evidentemente la spiegazione del paradosso é semplice, quello che facevano Berlusconi e i suoi non andava bene, se lo fanno altri va benissimo. A noi non importa molto, l’essenziale é che le nostre proposte abbiano successo e vengano completate. Così che a beneficiarne siano i cittadini e in questo caso gli studenti italiani, certo é che noi ci impegneremo a spiegare e a far capire alla gente quanto é paradossale l’ipocrisia di una certa parte.
Infine ci tengo ad esprimere la nostra totale contrarietà alla tassazione IMU delle scuole e quindi anche di quelle private di matrice cattolica, in quanto svolgono un servizio sociale e le rette sono accessibili quasi a tutti, se si applicasse questa nuova tassa gli aumenti si riverserebbero sulle famiglie. Ottimo il proposito del Ministro di puntare sulle scuole tecniche-professionali, l’Italia non ha più bisogno di laureati ci servono artigiani e operai specializzati.

Cordialmente,

Alessandro Bertoldi
Presidente Nazionale
Voce dell’Italia
VIS studentesca – PdL

Annunci

Giovani e Studenti PdL: anche a Bolzano volantinaggi e firme per le libertà a Cuba

18 febbraio 2012

Quest’oggi i giovani del Popolo della Libertà che appartengono al movimento giovanile ufficiale del partito Giovane Italia, in provincia di Bolzano coordinato da Alessandro Bertoldi e gli studenti di Voce dell’Italia VIS studentesca (sempre PdL) del quale sempre Bertoldi é neo presidente nazionale hanno portato avanti anche a Bolzano la campagna nazionale per i diritti umani e per le libertà del popolo cubano promossa in tutta Italia dai suddetti movimenti.
Questa mattina hanno volantinato e raccolto firme al mercato del sabato piazza della Vittoria. Firme che verranno poi inviate al pontefice Benedetto XVI e a tutti gli organi istituzionali internazionali deputati a vigilare sui diritti umani. Il Papa sarà proprio nelle prossime settimane in visita ufficiale a L’Havana e con queste firme noi gli chiederemo di intercedere ancora una volta a favore della liberazione dei prigionieri e dissidenti politici detenuti nella medesima isola.
L’iniziativa sta riscuotendo enormi successi in tutta Italia e anche a Bolzano.

Cordialmente,

Le Segreterie di
PdL,
Giovane Italia e
Voce dell’Italia VIS studentesca

Alto Adige

Scuola, Bertoldi (VIS-PdL): “Profumo sta dando speranza per il miglioramento del sistema d’istruzione italiano.”

17 febbraio 2012

Le parole del Ministro dell’Istruzione pubblica, Francesco Profumo, pronunciate alla Camera oggi danno speranza per quel che riguarda il necessario e urgente miglioramento del sistema scolastico italiano.
La centralità della valutazioni di studenti, docenti e scuole in un’ottica internazionale, con progetti mirati a sostenere questo scopo sono oggi di vitale importanza per una scuola moderna e competitiva.
Ancora una volta il Ministro ha dimostrato di essere all’altezza del suo ruolo e di volere realmente il miglioramento del sistema d’istruzione in Italia per il bene delle generazioni future.
Le sue preoccupazioni sono le nostre e noi lo sosterremmo perché riesca a portare a termine ciò che permetterà di risolverle, anche contro chi non apprezza il cambiamento e vorrebbe tutto resti così. Ora passiamo ai fatti.

Cordialmente,

Alessandro Bertoldi
Presidente nazionale
Voce dell’Italia
VIS studentesca

Popolo della Libertà

Bressanone, Bertoldi (PdL): “Scuole si preparino per problema stranieri. Bene integrazione.”

17 febbraio 2012

Leggo con enorme curiosità il fatto che a Bressanone vi sia un così alto numero di residenti stranieri, certo non siamo ipocriti, nessuno gradisce la notizia viste tutte le complicazioni conseguenti a un dato simile. Anche se sembrerebbe stiano per essere affrontate bene a livello generale, trovo nello specifico per quel che riguarda la preparazione formativa e scolastica dei nostri studenti questo potrebbe essere un problema.
Le amministrazioni provinciali e comunali dovrebbero provvedere ad organizzare le scuole da fare in modo che questa presenza abbastanza importante non complichi il regolare svolgimento dei programmi didattici e quindi l’apprendimento dei nostri ragazzi non subisca danneggiamenti.
Invece per quel che riguarda i ragazzi stranieri dev’essere favorita l’integrazione magari anche con appositi corsi extra che li portino alla pari dei ragazzi autoctoni.

Cordialmente,

Alessandro Bertoldi
PdL

Presidente nazionale VIS-Studenti PdL
Coordinatore provinciale giovani PdL

Scuola, Bertoldi (VIS-PdL): “Ha fatto bene il Governo a impugnare delibera provinciale. Nei contenuti resta buona

17 febbraio 2012

Apprendo compiaciuto che il Governo avrebbe impugnato la delibera provinciale a proposito della cosiddetta “settimana corta” ritenendo quest’ultima violi l’autonomia dei singoli istituti scolastici.
Evidentemente il Governo ha ragione, nonostante io ritenga nei contenuti saggia la proposta dell’Assessore Kasslatter Mur, va comunque lasciata autonomia di decidere se applicare la modifica oraria ai singoli indirizzi e istituti, specie superiori, viste le peculiarità d’ognuno e per alcuni l’impossibilità di modifica del piano orario.
Ci sono istituti che hanno già uno o due rientri settimanali, sarebbe improponibile obbligarli a disporne altri, quindi per questi le lezioni del sabato sono indispensabili.
Infine il Governo ha chiaramente ravvisato un’ingerenza da parte della componente tedesca della Giunta sulle politiche dell’Istruzione italiana che sono invece univocamente competenza dei rappresentati italiani. Forse questo Governo contrariamente ad altri anche espressione del centro destra torna a tutelare la minoranza di secondo grado italiana presente in provincia d Bolzano. É doveroso aggiungere, rappresentati italiani in Giunta che non si fanno rispettare e non sbattono a sufficienza i pungni sul tavolo. Forse alla dottoressa Kasslatter Mur, verso la quale rinnovo la mia stima, converebbe prendere la strada del compromesso e quindi lasciare discrezionalità alle scuole di decidere valutando tutte le problematiche.

Cordialmente,

Alessandro Bertoldi
Presidente nazionale
Voce dell’Italia
VIS studentesca – PdL

Italia-Cina, Bertoldi (PdL): “Basta rapporti con chi non rispetta i diritti umani. Meglio che a salvarci sia la Russia.

16 febbraio 2012

Ho letto con grande interesse l’intervista dell’Ambasciatore Iannucci a proposito dei rapporti Italia-Cina ed Europa-Cina. L’ho trovata interessante quanto preoccupante, che l’Italia abbia ormai bisogno della Cina come daltronde l’Europa é un evidente dato di fatto, trovo peró proprio questo dato sia preoccupante.
Un’organizzazione sovrannazionale con una cultura fortemente democratica qual’é l’Europa anche in un contesto odierno a livello mondiale pienamente globalizzato non dovrebbe avere bisogno di una potenza culturalmente antidemocratica, illiberale, dittatoriale e irrispettosa dei più fondamentali diritti umani qual’é la Cina. Ovviamente la “colonizzazione” cinese dell’Europa e in particolare dell’Italia é ormai in fase avanzata, ma sinceramente preferisco sperare che a salvarci sia dalla Cina che dal tracollo economico sia la Russia moderna e democratica di Vladimir Putin con la quale abbiamo di certo più valori e principi da spartire e condividere. Resto dell’idea che il blocco cinese vada combattuto con forza unitariamente, chi non rispetta i diritti fondamentali dell’uomo non merita di certo nulla da parte nostra e viceversa. Ovviamente mi complimento con l’Ambasciatore per il lavoro di grande qualità svolto da sempre nell’interesse della nazione.

Cordialmente,

Alessandro Bertoldi

Dirigente PdL

Laives, Bertoldi (PdL): “Reintegrare Forti atto d’ingiustizia verso la comunità. Giunta verso la fine.”

14 febbraio 2012

Non intervenire su una dinamica interna alla Giunta comunale di Laives e alla maggioranza sarebbe un atto di cortesia istituzionale e politica, ma siccome non si tratta di dinamiche private, ma piuttosto di una situazione che riguarda la collettività mi sento in dovere di farlo. Dicendo appunto, quanto trovo del tutto assurdo rivalutare e riabilitare una figura ambigua com’é quella di Georg Forti. Un politico che ha lasciato poco tempo fa in una situazione da considerare ampiamente preoccupante e mai chiarita, situazione politica personale di conflitto tra interessi personali e pubblici che non ha mai volutamente chiarito, ma che anzi ha potuto evitare di chiarire proprio perché si é dimesso dal suo incarico. Chi oggi si assumerà la responsabilità di reintegrarlo in Giunta o comunque in un ruolo politico commetterà un grave atto di ingiustizia specie nei confronti dell’intera comunità. Trovo piuttosto l’abbandono di un politico retto e pulito quale l’ex Assessore Zelger sia un segnale fortemente preoccupante per Laives, esprimo a lui e ai suoi la mia solidaritetà comprendendo il gesto, speriamo la premonizione della fine di un periodo di totale immobilismo del Comune e di una sindaca e di una Giunta dimostratesi totalmente non all’altezza di ruoli e mansioni.
Cordialmente,

Alessandro Bertoldi
Dirigente provinciale Popolo della Libertà 
Presidente nazionale Studenti PdL
Coordinatore provinciale Giovani PdL