Archive for gennaio 2012

Oggi nasce: VOCE DELL’ITALIA VIS STUDENTESCA (PdL), la nuova associazione degli Studenti Liberi!

20 gennaio 2012

É con enorme entusiasmo e soddisfazione che sentiti i dirigenti di Studenti per le Libertà – Scuola annuncio definitivamente in maniera ufficiale la nascita del nuovo movimento studentesco scuola legato al Coordinamento nazionale di Giovane Italia (Giovani PdL), Voce dell’Italia VIS studentesca. Il movimento sarà guidato a livello nazionale dal sottoscritto presidente nazionale uscente di SpL-S e da tutti i dirigenti della medesima associazione, con l’obiettivo di rinnovare attraverso un nome e un simbolo più accattivanti, ma pur sempre all’insegna della continuità di quegli ideali ispirati ai valori del PPE che ci hanno sempre contraddistinto nel mondo della scuola per serietà, successi e alternatività a sinistre ed estremisti. Il nome non é scelto a caso, noi vorremmo difatti essere la VOCE dell’Italia studentesca, dando quindi voce alle volontà e alle opinioni di tutti coloro che da studenti si riconoscono nel nostro moderatismo liberale e cattolico senza precludere di conoscerci a nessuno. Abbiamo quindi composto l’anagramma del nome, ma é anche vero che VIS in latino significa FORZA e vogliamo anche essere considerati Voce dell’Italia e forza studentesca.
Inoltre é importante dire che tra coloro che hanno spinto per la nascita di VIS vi sono il segretario politico del PdL, On. Angelino Alfano e la coordinatrice naz. di Giovane Italia On. Annagrazia Calabria che saranno i nostri riferimenti politici naturali d’ora in avanti.
Posso già da ora comunicare quindi che siamo a oggi con certezza l’associazione maggiormente rappresentativa per tesserati e dirigenti dislocati sul territorio nazionale, quantomeno del centro destra, portando con noi la storia di Alternativa Studentesca e di Studenti per le Libertà – Scuola e avendo lavorato sodo a questo progetto innovativo che ha riscosso enormi successi interni avvicinando anche nuove realtà locali, in queste ultime settimane.

Cordialmente,

Alessandro Bertoldi

Presidente nazionale 
Voce dell’Italia VIS
Studentesca

Le nostre missioni… 

Siamo l’associazione degli Studenti Liberi, la voce dell’Italia e forza studentesca.

– Ci riconosciamo nelle politiche liberali, ma anche tradizionali e cattoliche che favoriscono la capacità di operare nella società dell’uomo e quindi degli studenti.
– Vogliamo una riforma della scuola che valorizzi il merito e sproni studenti, docenti e dirigenti a dare il massimo per le proprie comunità scolastiche.
– Sosteniamo che sia essenziale nel processo di modernizzazione della scuola coinvolgere gli studenti. E non a giochi fatti. Sempre più spesso vediamo parlare di scuola
manager, burocrati o contabili che non entrano in una scuola da decenni; crediamo che in ogni passaggio istituzionale sul sistema scuola debbano essere chiamati in causa, tramite le loro rappresentanze e le loro organizzazioni, i soggetti di diritto: gli
studenti.
– Crediamo nella libertà di scegliere la propria via formativa, così come garantito dall’art. 33 della Costituzione.
– Chiediamo allo Stato di tutelare per tutti il diritto all’istruzione e di prevedere un sistema più efficace di borse di studio che premi, in particolare, i più meritevoli.
– Siamo convinti che sia fondamentale lo scambio con i nostri colleghi esteri. Sosteniamo i programmi previsti dall’Unione Europea di mobilità delle esperienze e delle conoscenze.
– Sentiamo il bisogno di partecipare alla vita e al dibattito pubblico per dare il nostro Libero contributo alla società che verrà.
– Proponiamo anche un miglioramento qualitatativo della didattica e dei bilancio economico dell’Istruzione pubblica italiana attraverso l’intervento dei privati in questo settore.
– Vogliamo una scuola che sia realmente e seriamente trilingue (italiano, tedesco e inglese) in Alto Adige e bilingue (italiano e
inglese) nelle regione speciali, come in tutta Italia, per dare un’indirizzo moderno e internazionale alla formazione degli Studenti.

Bertoldi (Studenti PdL): “Bene propositi sull’istruzione Min. Profumo, ora atti concreti e subito.”

8 gennaio 2012

Nonostante si abbia sentito pronunciare grandi discorsi in diverse occasioni, ancora oggi dopo oltre un mese dall’insediamento del nuovo Governo, ancora non sappiamo con degna precisione quali saranno i provvedimenti che ha intenzione di adottare il Ministro dell’Istruzione Profumo. C’é solo una gran confusione di idee buttate lí.
Vorremo che anzitutto per quel che riguarda la scuola e l’università sentir parlare di un nuovo approccio nei confronti dello studente e quindi che questo sia al centro dell’attenzione di chi sarà chiamato a decidere per il futuro, vorremmo una scuola più moderna e innovativa, dove lo studente si senta a suo agio e venga trattato da utente/cliente in ottica liberista e non da sottoposto, come vorremmo quest’ultimo venga reso partecipe delle scelte che lo interesseranno.
Speriamo il ministro ci accontenterà visto che nei suoi confronti non abbiamo pregiudizi, ma anzi abbiamo colto il senso delle sue intenzioni d’innovatività e ripresa della scuola.
Forse ora però sarebbe il caso di comunicarci le sue intenzioni concrete, visto che le belle parole servono a poco e che la scuola ha grossi problemi strutturali da decenni, pur comprendendo questo sia un governo provvisorio non legittimato e di tecnici, attendiamo infine risposte.

Ringraziando cordialmente,

Alessandro Bertoldi

Presidente nazionale
Studenti medi PdL

Dirigente PdL

Bertoldi scrive all’europarlamentare, euroscettico Nigel Farage e lui risponde.

8 gennaio 2012

Cordialmente qui di seguito, la lettera di Bertoldi e la risposta di Farage.

Farage risponde

Dear Mr. Bertoldi,

Many thanks for your message. Italy must stand up and shout, what is happening is monstrous.

Best wishes,

Nigel Farage

La lettera di Bertoldi a Farage:

Opened letter to the president of UKIP Hon. Farange from the Chairman of the Students Association of the PdL Party. Students for the Freedoms – School – Italy

Dear Hon. Farage,
I write You, before to wish all the best for the new year and to thank You for the
speech of November 21st in the European parliament. I have to admit that i knew little about You, but after i followed Your speech about the independence of the European people and the indipendence of the countries in our Europe, I was really happy and touched. In particular, because I’m Italian, I found really interesting the defense of Italian democracy and therefore of our elected PM Silvio Berlusconi.
Anyway, despite the ‘censorship’ operated by the great majority of the Italian ‘progressive’ media on Your speech and on my report about the alleged plot / conspiracy revealed by the WSJ, which involved President Napolitano and Chancellor Merkel, the traditional televised address to the nation on December 31st by the President, has been followed by just the 16%. This is perhaps an early sign of distrust of this system.
Dear Hon. Farage, on behalf of the Italians i represent, thank You very much. Europe needs more politicians and representatives like You who are determinated to speak with courage.

I wish You again all the best for the new year.

Sincerely Yours,

Alessandro Bertoldi
SpL Chairman – the Students Association of the PdL Party

Students for the Freedoms – School – Italy

WSJ: BERTOLDI (STUDENTI PDL), NAPOLITANO TRADITORE VALUTEREMO SE DENUNCIARLO

2 gennaio 2012

(AGENPARL) – Roma, 02 gen – “Durante la giornata di domani renderò nota la lettera che ho inviato all’europarlamentare britannico, On. Nigel Farage, presidente del gruppo Europa per la Libertà e la Democrazia, attraverso la quale lo ringrazio per le parole di sostegno e di difesa della libertà e della democrazia nel nostro Paese pronunciate lo scorso novembre a Bruxelles. Nell’intervento Farage ribadiva come l’attuale Governo greco Papademos e l’attuale Governo italiano Monti siano governi fantocci della Germania e dell’Europa e come siano stati violati i diritti dei popoli europei nel stabilirli senza elezioni, polemica confermata in questi giorni per quel che riguarda l’Italia da WSJ. In particolare in Italia lo stesso Farage lasciava intendere più tardi come lo stesso Presidente della Repubblica, il golpista, Giorgio Napolitano ci abbia tradito e venduto alla Germania e alle lobby europee: “Merkel chiese a Napolitano la testa di Berlusconi, lui l’accontentò.” WSJ. Il vecchio comunista da oggi filo tedeschizzante, ha trovato particolari motivi di affinità con l’ex comunista Angela Merkel, la culona. Il tutto al solo fine di eliminare due uomini forti come Papandreu e Berlusconi che potevano intralciare l’egemonia tedesca, egemonia tedesca che ricorda tempi bui dei quali anche il partigiano comunista del Quirinale dovrebbe essere stato testimone diretto. Nell’attesa di ultimare la lettera, ribadiamo che a noi studenti quest’Europa fa schifo e altrettanto questo Presidente golpista e questo Premier lobbysta e tedesco! Valuteremo se denunciare il Presidente della Repubblica italiana in carica per attentato alla Costituzione, considerato che ha rimosso un Governo che non era da rimuovere, stabilendone un altro non eletto e sul quale ha più volte fatto pressione per indirizzarlo nelle scelte. Certamente continueremo a diffondere il nostro sdegno e ad esprimere la nostra solidarietà a Silvio Berlusconi per quanto subito” E’ la nota diffusa da Alessandro Bertoldi, Presidente nazionale Studenti per le Libertà e consigliere provinciale giovani Pdl.