Bertoldi (PdL): “Centro destra Laives, crescono i malumori per modus operandi Bianchi.”

All’interno della coalizione di centro-destra e del Popolo della Libertà a Laives la linea unitaria, di cui Bianchi millanta farsi portavoce a livello provinciale, non sembra essere una realtà, anzi sembrerebbe il contrario Christian Bianchi non ha ritenuto opportuno fare un passo in dietro nemmeno davanti alla candidatura al congresso provinciale del PdL del padre storico (suo mentore) della destra e del centro destra di Laives, Bruno Borin, evidentemente perchè, come ha fatto intendere lui stesso, non poteva disattendere gli accordi stipulati con Giorgio Holzmann e Co. A prescindere da questioni partitiche e corr che coinvolgono il partito da Brennero a Lampedusa, è d’obbligo far notare con forza come Bianchi sia riuscito a rompere da prima con Unitalia, successivamente con la Lega e oggi ancora con la sua stessa base elettorale, con il suo passato e con il partito. Disattend, in questo caso di certo, ogni aspettativa e richiesta. La sua gestione personalistica e despotica del partito e della coalizione a Laives, nonché del gruppo consiliare, sono la più grave causa dell’indebolimento della parte politica che è chiamata a breve ad amministrare Laives e che di certo non potrà più vedersi rappresentata da un despota in stile “deus-perdentis”, ormai privo di credibilità e fiducia popolare. Lo stesso ovviamente vale per la possibilità di ricoprire qualsiasi ruolo-poltrona all’interno del partito alla quale questo mira. Il capogruppo Bianchi doveva rendersi conto e prendere atto del fatto che all’interno del suo gruppo consiliare esistono diverse sensibilità da rispettare, che a Laives esiste una base e un partito che lo hanno eletto ed attendono un confronto continuo per poter partecipare alle sue decisioni e che non può esistere la logica che ha prediletto fino ad oggi, quella del “io decido e gli altri si adeguano, senza sapere nulla prima e indipendentemente da ciò che pensano!” E’ ora di finirla, per questo mi appello ai consiglieri del Gruppo Consiliare PDL – Lega Nord, perché facciano uno scatto d’orgoglio ed isolino il “deus-apparentis et perdentis”.
Ringraziando cordialmente,
Alessandro Bertoldi
Dirigente provinciale
Popolo della Libertà
Annunci

2 Risposte to “Bertoldi (PdL): “Centro destra Laives, crescono i malumori per modus operandi Bianchi.””

  1. Michele Peruzzo Says:

    Alla luce di quanto sopra, auspichiamo che Bruno Borin possa rispondere a questo articolo, enunciando ufficialmente quanto già verbalmente comunicato agli esponenti del Gruppo PDL di Laives.

    Cordialmente
    Michele Peruzzo

  2. berto94 Says:

    Bravo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: