Bertoldi (PdL): “Chiarisco le inesattezze e replico: botte messe a confronto con la morte di decine di persone, assurdità!”

Evidentemente le mie dichiarazioni non solo sono state travisate, ma qualcuno ha voluto interpretarle e comprenderle male e a suo vantaggio, a discapito della convivenza trai gruppi. La mia funzione di megafono dell’opinione pubblica degli Italiani dell’Alto Adige non è piaciuta a troppi, ma è un presupposto essenziale per fare politica. Non ho mai negato che quelle violenze vi siano state, ribadisco, non lo si può sapere, ma possono esserci stati degli eccessi, sgradevoli, che in una situazione di questo tipo però sono del tutto giustificati, anzi mi meraviglio sia accaduto soltanto questo. Aborro l’idea che vi siano state torture, pur non pretendendo passi la mia opinione come verità assoluta, contrariamente a quel che pretendono Klotz e Knoll; io non c’ero in carcere e loro nemmeno! Le fantasie e le strumentalizzazioni di pochi estremisti che tentano di addossare la colpa addirittura per la morte di alcuni terroristi alle Forze dell’Ordine è assurda e ridicola. Voglio anche sottolineare di non aver mai detto che i terroristi non hanno passato un solo giorno in carcere, ma casomai che non hanno scontato le pene predisposte dai tribunali italiani. Atto di vigliaccheria oltre che totale, impunità, si può tranquillamente dire che in tutta la vicenda FORSE l’unica pena scontata è stata quella di subire qualche eccesso, o qualche maltrattamento, come dichiarato nella sentenza di Milano, cosa che quindi non mi disturba considerata la carriera dei personaggi in questione non riconosco la gravità dell’accaduto. E’ però assurdo che degli assassini e terroristi rimasti impuniti trovino il coraggio di lamentarsi di non essere stati trattati bene al momento dell’arresto e in carcere, è da film comico, forse credevano che le Forze dell’Ordine li avrebbero steso un tappeto rosso al passaggio, dopo le atrocità commesse?!? 
 
Ancora più offensivo e tragico è da considerarsi il fatto che oggi la polemica e l’attenzione siano rivolte a ciò che viene considerato un “abuso” da parte dello Stato italiano e non a ciò che rappresenta realmente la tragedia, le vittime del terrorismo degli anni ’60. Due sberle e due pugni messi a confronto con la morte di decine di persone, che tristezza! Io sono vicino alle VERE vittime e ai loro cari, a nessun’altro.
 
Concludo ricordando come chi non tollera il terrorismo, disprezza la violenza ed è lontano da glorificare questi criminali  non si sia sentito assolutamente offeso dalle mie dichiarazioni, questo vale per la maggior parte degli altoatesini – suedtiroler. Degli altri non mi preoccupo!
 
Ringrazio,
 
Alessandro Bertoldi
Annunci

5 Risposte to “Bertoldi (PdL): “Chiarisco le inesattezze e replico: botte messe a confronto con la morte di decine di persone, assurdità!””

  1. Hans Peter Says:

    perche chiarisce quello che hai detto? deve dire soltanto che hai 16 anni e sei incapace 😉 povero bimbo

  2. fabivS Says:

    >comprenderle male e a suo vantaggio, a discapito della
    >convivenza trai gruppi

    No, guarda, Berto: tu se uno solo, non un gruppo. Sottolineare i tuoi errori non mette in pericolo proprio nulla, caro paladino della convivenza…

  3. fabivS Says:

    Caro il mio Berto. C’è un attivista, che da una decina d’anni gira a raccontare la sua storia, quel che ha fatto, quel che ha subito e quel che ne ha ottenuto: si chiama Sepp Innerhofer di Schenna ed è molto pacato nelle spiegazioni, senza rancore e senza orgoglio;
    se fossi in te gli chiederei un incontro per raccontarti quel che ha vissuto. Poi potrai non crederci, ma almeno avrai sentito un testimone.

  4. Werner Says:

    Man kann nur hoffen, dass du nicht recht hast!
    Denn wenn die Mehrheit der Südtiroler-sudtirolesi das glauben, was du schreibst, dann sollte man sich schon mal ein schwarzes Hemd zulegen, man weiss ja nie, was noch kommt.

  5. berto94 Says:

    Bravi ragazzi. Bene, io che sono un moderato….organizzami pure questo incontro, a Bolzano però….te ne sarò grato!

    ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: