Bertoldi, giovani PdL: “Centri giovanili ancora vittime di vile strumentalizzazione politica”

Ho letto con grande interesse l’articolo dell’amico Alan Conti su questo quotidiano (ndr ALTO ADIGE), la pagina di ieri (ndr. mercoledì)del ViviBolzano titolava “Centri giovanili in crescita” e mi ha portato a fare un’attenta riflessione ed analisi politica del fenomeno “centro giovanile”. Perché il giovane sceglie il centro giovanile e cosa da il centro al giovane? Io credo che sia un luogo di svago dove ci si incontra con gli amici, insomma ci si va per passare del tempo, molto spesso tempo libero che si riempie appunto con questo tipo di attività, libera da ogni pensiero. Da giovane che si interessa di politica non ho potuto che pensare subito se esiste o no un utilizzo strumentale e politico di questi luoghi e ho tratto delle amare conclusioni, purtroppo secondo un mio veloce calcolo il 70% dei centri giovanili di Bolzano fa, spesso indirettamente o direttamente, politica. Non voglio citare nessun ‘luogo giovanile della politica’ per correttezza e perché potrei dimenticarne altri, ma se guardiamo alla situazione ci accorgiamo che la maggior parte dei centri giovanili (di cui alcuni, centri sociali) si occupano di politica legata al centro- sinistra o addirittura all’estrema sinistra e un’altra parte, ormai minoritaria, invece legata al mondo cattolico. È così quindi che la politica, indirettamente, perpetra nel mondo giovanile oggi giorno e che detta degli schemi, resta solo da chiedersi, quali schemi detta e se esiste per i giovani una reale possibilità di scegliere grazie alla pluralità che ormai va estinguendosi.

Alessandro Bertoldi

– GIOVANI PdL –

Presidente provinciale Alternativa Studentesca

Annunci

6 Risposte to “Bertoldi, giovani PdL: “Centri giovanili ancora vittime di vile strumentalizzazione politica””

  1. gadilu Says:

    Una vera chicca, Berto. Questo articolo mi è perpetrato nelle ossa. Grazie.

  2. fabivS Says:

    A Berto… guarda che è sempre stato che quelli di sinistra andavano al centro giovanile ad ascoltare Punk con birre da discount e cannoni mentre quelli di destra andavano in disco a disfarsi di cocktail, coca e paste. Quindi: ma che cazzo stai a di’ ?

  3. berto94 Says:

    no parlo della frequentazione ma dell’organizzazione e della gestione, mi sembrava chiaro!

  4. Jonny Says:

    Ma non esiste anche la Casa Pound da qualche parte, per dirigere i giovani nella direzione giusta??

  5. berto94 Says:

    NON prende soldi dal comune!

    ALE

  6. ????? Says:

    dreckige faschisten saui.1945 ist vorbei du hitlerjunge…pass do la awin au ob iz…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: