Archive for ottobre 2009

REFERENDUM provinciale ’09: NON ANDATE A VOTARE !!!

25 ottobre 2009

800px-Flag_of_South_Tyrol_svgreferendumIl responsabile provinciale di Alternativa Studentesca e giovane del PdL Alessandro Bertoldi si appella al buon senso dei cittadini residenti in provincia di Bolzano chiedendo Loro di NON andare a votare per il REFERENDUM provinciale di domenica (verranno presentati 5 quesiti) !!!
In una nota esprime alcune considerazioni personali: “Se i quesiti 2 e 4 venissero approvati il gruppo linguistico italiano in Alto Adige rischierebbe di non aver alcun peso decisionale nei prossimi referendum, questi propongono: 2) nuove regole su referendum propositivo, abrogativo, consultivo, iniziativa popolare, referendum sulle grandi opere e che la validità dei referendum provinciali in futuro non sia più condizionata da quorum. 4) Il quesito quattro propone l’abbassamento del quorum minimo necessario perché l’interrogazione referendaria sia valida dal 40 al 15%.” La nota continua approfondendo “Se quesito 1 e 3 passassero gli Italiani che si trasferiscono in Alto Adige sarebbero ‘discriminati’ ancora una volta, 1) chi tra Loro vorrà usufruire di locali IPES dovrà essere residente in provincia da 10 anni prima di poter fare domanda. Mentre il quesito 3) propone di riservare la costruzione di una seconda casa solo a cittadini che risiedono in provincia da almeno 5 anni, anche in questo caso gli Italiani che non risiedono in Alto Adige o che non risiedono da abbastanza tempo restano tagliati fuori.” conclude dicendo ”Personalmente credo che questo referendum renda più marcata la linea che divide i gruppi linguistici ed in particolare isoli il gruppo linguistico italiano residente e non facendolo sentire straniero in casa Sua, consiglio anche di notare l’anomalia che sta nella struttura stessa del referendum, non posso far altro che augurarmi che meno del 40% degli Altoatesini/ Suedtiroler domani si rechino alle urne !!!” 

La Segreteria provinciale di Alternativa Studentesca

Annunci

Libertà? anche troppa!!!

3 ottobre 2009

Oggi, la Federazione nazionale della stampa manifesterà per la libertà di stampa:

Nello stesso paese dove comanda Berlusconi e dove certi giornali e certe trasmissioni non fanno altro che alimentare il gossip che lo riguarda da quando è al governo. Nello stesso paese dove per nascondere le vere problematiche dell’ Italia e non informare dell’ operato del governo si intervista in prima serata quella che si dice sia l’escort del cavaliere. Nello stesso paese dove la maggior parte della stampa manipola ed utilizza le informazioni come vuole, facendone un uso criminoso e violento contro il premier e tutto ciò che lo riguarda.

Nello stesso paese di Santoro e Travaglio, nello stesso paese degli scandali “veline”, nello stesso paese dove tutti i giorni in prima o in seconda serata vanno in onda trasmissioni di sinistra o comunque di matrice anti-berlusconiana.

Insomma nello stesso paese dove la stampa si è sostituita all’ opposizione e alla magistratura!

In questo Paese, dove tutto ciò è ridicolo e superfluo quel che manca invece è una sana e indipendente informazione, una stampa che si occupi di ciò che interessa veramente ai cittadini e quindi una stampa che approfondisca gli scandali pugliesi nella sanità, dove si operava e si installavano protesi a pazienti sani per far vendere il maggior numero di protesi possibile. La gente vuole scandali dove si parli di politici eletti implicati nel malaffare, dove la giustizia c’ entri qualche cosa, i cittadini sono stufi di sentir parlare di cosa fa il presidente del consiglio nella sua vita privata o durante il tempo libero (sempre se ne ha di tempo libero).

Cari i miei signori poi non lamentateVi se c’è la crisi della carta stampata perché non tutti gli Italiani sono disposti a buttare via 1euro al giorno per leggere menzogne, specie di questi tempi.

Concludo augurandomi che se un giorno mancherà veramente LIBERTÀ di STAMPA nel nostro paese qualche uno li stia ad ascoltare i lamenti dei giornalisti che con questa manifestazione hanno perso credibilità ed hanno solo gridato “al lupo…al lupo” !!! Ho il dovere di specificare che non tutti giornalisti si comportano in questa maniera, esistono ancora rari esempi di giornalismo indipendente e libero che spero “contagino” al più presto i loro colleghi che si sono convinti di aver trovato nella sinistra un’ alleato.

 

Alessandro Bertoldi

– GIOVANE PDL

Laives

e responsabile provinciale

ALTERNATIVA STUDENTESCA –